UEPE MESSINA

Lavori di Pubblica Utilità (L.P.U.)

CHE COS’E’

Il lavoro di pubblica utilità (LPU) consiste nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere presso lo Stato, le regioni, le province, i comuni o presso enti e organizzazioni di assistenza sociale o volontariato.

Il primo riferimento normativo è la Riforma del Giudice Pace, Decreto Legislativo 28 agosto 2000, n. 274, dove all’art. 54 viene equiparato un giorno di lavoro di pubblica utilità a 2 ore, stabilendo una  prestazione di sei ore settimanali, salvo diversa disponibilità della persona e dell’Ente, senza però che possa superare le otto giornaliere, previa richiesta di autorizzazione all’A.G. .

 

CONDIZIONI

Il lavoro di pubblica utilità deve tenere conto delle specifiche professionalità ed attitudini lavorative del condannato/imputato e deve prevedere modalità che non siano pregiudizievoli per le esigenze di lavoro, di studio, di famiglia e di salute dello stesso.

Nulla è definito in merito alla sua durata se non che non può essere inferiore a dieci giorni e non superiore ai sei mesi.

Il piano di lavoro personalizzato deve essere condiviso con l’Ente ospitante tenendo conto delle citate condizioni personali  e dell’operatività della struttura.

 

LA SANZIONE SOSTITUTIVA

Il lavoro di pubblica utilità è sanzione sostitutiva quando è applicato per convertire la  pena della reclusione /pecuniaria nella misura di un giorno, equivalente a due ore di lpu, ovvero € 250,00 equivalenti ad un giorno di lpu.

La sanzione amministrativa viene applicata su richiesta del condannato,  con sentenza penale,  o dall’A.G. con decreto penale,   per le infrazioni del Codice della Strada di cui agli art. 186 e 187 e/o per il reato di cui all’art. 73 c.5 del DPR 309/90.

 

IL LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ NELLA MESSA ALLA PROVA

Il lavoro di pubblica utilità quale attività di utilità collettiva fa parte integrante degli impegni previsti dai programmi di trattamento elaborati per le MAP. In tale caso la prestazione gratuita diviene un’attività a valenza riparatoria, svolta nei confronti della comunità di appartenenza.

APPROFONDIMENTI

L’esito del lavoro di pubblica utilità viene valutato in sede di udienza dall’A.G. competente.